This post is also available in: en

SIRIA

  Sul territorio siriano, le persone registrate in conidizione di bisogno sono 13.5 milioni. Di queste, 6.3 milioni sono sfollati, ossia sono rimasti senza casa all’interno del territorio siriano. A causa della sanguinosa guerra, raggiungere e portare aiuto a queste popolazioni è difficile per qualsiasi organizzazione internazionale.

La guerra civile siriana è cominciata il 15 Marzo 2011 con le primavere arabe, ma dal 2014 l’ONU non riporta più il numero delle vittime registrate che negli anni è andato ovviamente aumentando; la sua ultima stima è di 191.369 persone di cui almeno 8.803 minori. Per quanto riguarda più nel dettaglio la situazione attuale degli sfollati, 4,5 milioni di persone si trovano in zone difficilmente raggiungibili o in città poste sotto assedio. Quella siriana è infatti definita come la “più grande crisi umanitaria e dei rifugiati dei nostri tempi”, come dichiarato dall’Alto Commissario UNHCR Filippo Grandi. In Siria mancano beni di prima necessità come cibo e acqua pulita. Mancano strutture ad hoc per accogliere gli sfollati, che sono un numero sempre crescente. La fine vera e propria dei combattimenti pare molto lontana, e perciò la situazione non sembra migliorare.

MISSIONI e DISTRIBUZIONI